Il secondo ciclo di Bitcoin (2012-2016)

Il secondo ciclo economico di Bitcoin inizia nella seconda metà del 2012 con l’approssimarsi del primo halving (il dimezzamento delle monete create ad ogni nuovo blocco per incentivare i minatori a minare un blocco).

Bitcoin ciclo 2012-2016
Prezzo Bitcoin
Bitstamp 2012-2016

Il secondo ciclo: si prepara la grande salita

Tra Giugno e Agosto la quotazione di un bitcoin sale da 5 a 10$ con una forte oscillazione finale tra 15 e 7 $. ) In questo periodo i gemelli Winklevoss comprarono i loro 100 mila bitcoins per la somma di 1 milione di $ (a ~10$ l’uno). Il prezzo rimarrà stabile intorno ai 10$ fino alla fine dell’anno. Nell’Ottobre del 2012 Bitpay raggiunge i 1000 negozi online che utilizzano i suoi servizi e le transazioni giornaliere aumentano nella seconda metà del 2012 del 50%.

Alla fine di Novembre avviene l’halving e l’inflazione di Bitcoin dimezza dal 25% al 12.5% all’anno; il numero di nuove monete create ad ogni blocco passa da 50 a 25 bitcoins. Le paure di un crollo dell’hash rate e dell’abbandono dei miners si rivelano infondate. Nello stesso periodo, la Banca Centrale Europea termina il suo programma espansivo e riduce notevolmente la massa monetaria dell’ Eurozona, facendo esplodere la crisi delle banche di Cipro e la Federal Reserve negli USA inizia il QE3 (Quantitative Easing).

La prima bolla e il suo scoppio

Sin dai primi giorni di Gennaio la quotazione in $ inizia a salire e passa in due mesi da 13 a 35$. Ma a Marzo 2013 esplode la crisi delle banche a Cipro. La notizia del congelamento dei conti correnti e il successivo braccio di ferro tra governo cipriota e la BCE, che si protrae per due settimane, sono sulle prime pagine di tutti i giornali. La domanda di Bitcoin aumenta, invece di diminuire, e nel mese successivo il prezzo sale fino a 260$.

MTGOX, il principale exchange dell’epoca che si trova in Giappone, crolla sotto il peso del traffico. Il prezzo crolla fino a 80$ in 90 minuti. E nei giorni successivi ci saranno enormi oscillazioni, mentre il mercato cerca di trovare un nuovo equilibrio.

Immediatamente dopo le autorità americane bloccheranno i conti di MTGOX per una indagine legata a Silk Road. E lentamente il prezzo inizierà a scendere fino a raggiungere il minimo di 64$ a Luglio.

La seconda bolla.

Ma Bitcoin non è morto, si è solo preso una pausa. Lentamente risale durante l’estate fino a 120$. Ad Ottobre arriva la notizia della chiusura di Silk Road e dell’arresto del suo gestore. La vendita improvvisa conseguente porta giù il prezzo del 30% in poche ore. Ma in tre giorni il prezzo torna a 120$ e Bitcoin dimostra di non doversi basare solo sull’economia illegale per avere valore. Bitpay, intanto, continua a incrementare i merchants e arriva a 10.000 clienti.

Il QE3 iniziato dalla Fed. a gennaio continua e costringe le autorità cinesi a svalutare lo yuan. I cinesi si riversano a comprare Bitcoin. Il prezzo tra ottobre e fine novembre sale da 120$ a 1160$. Il massimo viene raggiunto esattamente nel momento in cui la Fed. termina il QE3 e inizia la fase di tapering.

La discesa e la risalita

Il tasso di cambio del bitcoin scende progressivamente per tutto il 2014, fino a raggiungere il minimo di 150$ nel gennaio 2015. L’incremento continuo degli utenti non è in grado di creare una domanda sufficiente a sostenere il prezzo sopra i 200$. E fino ad Ottobre 2015, nonostante l’adozione continui senza soste, il prezzo rimane ad oscillare tra i 200 e i 300$ . Ma con Ottobre, la quantità di transazioni cresce ulteriormente e il prezzo balza in poche settimane a 430$, dove resterà tra Gennaio e Maggio 2016.

Ma il secondo halvening si sta avvicinando e il mercato si prepara. A Giugno il prezzo sale a 650-700$ e ai primi di Luglio il numero di monete create si riduce a 12.5 BTC per blocco.

Il secondo ciclo economico di Bitcoin termina a Dicembre, quando la quotazione sale prima a 800, poi a 850, poi a 900 e raggiunge nel primo giorno dell’anno i 1000$, sull’onda della continua crisi monetaria, economica e politica del Venezuela e la guerra al contante in India che spingono sempre più persone anche in quei paesi ad adottare Bitcoin come mezzo per sopravvivere alle politiche folli dei loro governi.

Siamo nel 2017 ed inizia il terzo ciclo economico di Bitcoin. [1]

Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fiels are marked *

Accedi gratis al report «Guadagnare con le Criptovalute»

Per triplicare il tuo investimento in pochi mesi con questa nuova tecnologia

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Iscriviti gratis alla Letter «Block Chain News»

Per triplicare il tuo investimento in pochi mesi con questa nuova tecnologia

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco