Col primo exchange Nasdaq-backed i contatti USA-Israele iniziano a funzionare

Col primo exchange Nasdaq-backed i contatti USA-Israele iniziano a funzionare

Ieri il magazine finanziario Finance Magnates ha lanciato in esclusiva la notizia che a giugno aprirà il primo exchange basato su tecnologia Nasdaq.

La piattaforma, che si chiama Dx.Exchange, avrà un costo mensile di circa 10 euro, ma tutte le transazioni saranno gratuite, quindi verranno premiati coloro che fanno un numero elevato di operazioni, oppure i detentori di capitali di un certo peso.

Le prime coin a essere listate saranno btc, btc cash, eth e ltc.

Non sappiamo se il cambio in valuta fiat sarà per tutte e quattro o solo per le solite btc e eth.

Successivamente, altre 20-25 valute saranno selezionate, a detta del CEO Daniel Skowronski, per mezzo di un attento audit interno che stabilirà la loro compliance con gli elevati standard di sicurezza e legalità richieste dalla Nasdaq.

C’è da dire pero’ che, anche se il nome “Nasdaq” potrebbe far pensare il contrario, attualmente Dx non ha alcuna patente da parte della SEC, l’ente che regola i mercati finanziari americani (si arrangerà all’inizio con le meno blasonate autorizzazioni estone e cipriota, proprio come tutti gli altri exchanges di noi comuni mortali).

Skowronski non nega che la tecnologia Nasdaq sia stata scelta anche per “fare brand”, cioè per fare in modo che Dx venga associato nell’immaginario collettivo a una probabile via preferenziale di questo exchange all’interno della SEC.

E alcuni elementi fanno pensare che, tutto sommato, una via preferenziale potrebbe anche esserci.

Il fatto di funzionare con la stessa tecnologia già legally compliance del Nasdaq puo’ davvero essere una facilitazione durante lo scrutinio dei regolatori.

Inoltre, il fatto stesso di aver ottenuto il permesso di usare questa tecnologia fa pensare a un accordo a livelli piu’ alti di quelli che normalmente sono coinvolti in queste vicende.

Sembra proprio che Dx sia uno dei risultati di punta, se non dal punto di vista dell’innovazione tecnologica, almeno da quello “politico-legale”, della collaborazione USA-Israele sancita dalla “Missione Israeliana nella West Coast” tenutasi a fine marzo scorso (ne abbiamo parlato qui).

Se scorri il sito di Dx, vedrai che i primi 8 nomi dei principali collaboratori sono israeliani. E del resto lo stesso articolo di Finance Magnates specifica che il progetto ha assunto in totale 72 persone in Israele per portare avanti tutti gli sviluppi futuri.

Certo, la tecnologia israeliana è capace di fare progetti incredibilmente piu’ avanzati nella blockchain.

Questa piattaforma non aveva certo bisogno di un simile dispiegamento di cervelli solitamente abituati a fare ben altro.

In questo caso il coinvolgimento di Israele sembra dunque essere piu’ il risultato di una partnership politica.

Come avevamo detto nel precedente articolo, Israele è uno dei paesi piu’ avanzati in termini di legalizzazione delle cripto e non penso che tollererà a lungo le indecisioni dei regolatori americani in questo settore. Sarebbe una palla al piede nella loro visione a lungo termine di conquista tecnologica del mondo blockchain.

Niente di eccezionale dunque, questa piattaforma, se la si guarda dal punto di vista delle sue qualità tecniche…tutt’altro discorso invece se la si guarda dal punto di vista politico.

E’ un altro tassello nella ormai imminente “capitolazione” dei regolatori USA sotto la spinta di troppe lobbies che stanno aspettando la sospirata apertura…e certe lobby in particolare potrebbero anche iniziare a perdere la pazienza!

Il team di BlockchainTop News

 

Se hai mancato il boom che aveva portato bitcoin a 20,000 dollari, ora non perderti il prossimo...

BlockchainTop è l'unico servizio che ti assiste a investire a 360 gradi nel mercato delle cripto:

  • check
    Due newsletter al mese
  • check
    Alert via email e mobile per operazioni di trading e per partecipare alle ICO
  • check
    Manuali illustrati su exchange e wallet, sia quelli piu' comuni che quelli con caratteristiche innovative
  • check
    Incontri online con alcuni team di ICO proposte da noi
  • check
    Assistenza a 360 gradi per partecipare alle ICO, quasi sempre con possibilità di fare delle presales con fortissimi sconti riservati in genere solo ad investitori selezionati
  • check
    Assistenza via chat Telegram durante ogni ICO o presales proposta
>
Accedi gratis al report «Guadagnare con le Criptovalute»

Per triplicare il tuo investimento in pochi mesi con questa nuova tecnologia

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Iscriviti gratis alla Letter «Block Chain News»

Per triplicare il tuo investimento in pochi mesi con questa nuova tecnologia

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco