Analisi tecnica criptovalute del 14 marzo 2018 | BlockChain Top

Analisi tecnica criptovalute del 14 marzo 2018

Bitcoin Eur

Prima di cominciare l’analisi delle due criptovalute della settimana ricordiamo i passaggi della settimana scorsa relativi a Stellar Lumen “notiamo come a 0.24/0.25 troviamo una zona di supporto molto interessante considerando che già a inizio febbraio qui si era fermato il ribasso partito a gennaio dai massimi di 0.92; sempre da queste parti troviamo il massimo intermedio del 17 dicembre” e Monero “il ritorno sui supporti di 225/240 Eur potrebbe rappresentare un ideale trampolino di lancio per tentare l’assalto (definitivo?) alla trend line ribassista e ripartire verso l’alto”.

I supporti sono stati raggiunti su Stellar e leggermente superati su Monero, chi ha atteso finora può entrare a condizioni tecniche interessanti.

Ricordando sempre l’importanza di uno stop loss protettivo, il contesto potrebbe nel breve tornare benigno per le criptovalute almeno stando al celebre analista americano Thomas Lee. Il fondatore della società di consulenza Fundstrat Global Advisors ha infatti sviluppato nel tempo un indicatore denominato Bitcoin Misery Index che, calcolato su una scala da 0 a 100, prende in considerazione fattori come la volatilità ed il numero di trade vincenti rispetto al totale delle operazioni. Quando l’indicatore è particolarmente depresso si aprono eccellenti opportunità di acquisto per BTC. Secondo l’ultima release di Lee, il 9 marzo, il Misery Index si posizionava a 18.8 punti, il livello più basso dal settembre 2011.

Prima di festeggiare serve però una reazione da parte di Bitcoin. Ogni analista tecnico che si rispetti deve vedere una price action significativa che confermi come i compratori stanno riguadagnando campo sui venditori. Al momento questo manca su Bitcoin con i tre corvi neri che segnalerebbero nuove pressioni in vendita nei prossimi giorni. Allo stesso tempo annotiamo però una bella reazione in prossimità del 61.8% di ritracciamento del rally di febbraio con due figure tipiche di un minimo come hammer e bullish engulfing pattern.

Se ovviamente i due minimi primari di 480 realizzati da Bitcoin a novembre e febbraio rappresentano la linea “del Piave” per BTC, allo stesso tempo possiamo considerare la resistenza di 950 come cruciale per una cambio di trend. Se nei prossimi giorni quella resistenza dovesse essere spazzata via il bull market potrà tornare a scalpitare.

Iota Eur

Altra criptovaluta che potrebbe diventare interessante (o giocarsi il bull market) nei prossimi giorni è Iota. Come si vede dal grafico Iota sta continuando a picchiare sui supporti di area 1, livelli che hanno intercettato i massimi di agosto 2017 ed i minimi di febbraio.

Ovviamente il livello è significativo anche per il contestuale transito della up trend line che sale da luglio e che connette i minimi di novembre a quelli attuali. Non è escluso quindi un affondo fino a 0.85 prima di una reazione definitiva. Non dovesse arrivare questa reazione per il bull market di Iota c’è un serio rischio di veder scritta la parola fine.

Anche osservando l’oscillatore stocastico si capisce che siamo vicini ad un bottom primario, ma ancora non tutte le condizioni sono state soddisfatte.

Servirà un taglio dal basso verso l’alto da parte della linea rossa per cambiare prospettiva ed attivare trade long. Necessaria pazienza e segnale concreto da parte dei prezzi, ma anche per Iota il momento è delicato ed opportunisticamente i trader devono stare all’erta.

>
Accedi gratis al report «Guadagnare con le Criptovalute»

Per triplicare il tuo investimento in pochi mesi con questa nuova tecnologia

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco
Iscriviti gratis alla Letter «Block Chain News»

Per triplicare il tuo investimento in pochi mesi con questa nuova tecnologia

NO SPAM! I tuoi dati sono al sicuro!

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco